f107f60a-a6ae-4dbf-a5db-35fcc5563ccbÈ un giorno triste, ma anche di rivincita personale, per chi dal tunnel ci è uscito, ma non dimentica la strada tortuosa, a tratti sterrata e senza illuminazione che ha percorso.

Oggi è il giorno di far sapere a chi ancora ci sta dentro, che noi ci siamo. Ci siamo con le parole, con un pensiero, con dei piccoli gesti. Perché non esiste rimedio migliore, dopo una giornata dal gusto salato di gocce versate, di un abbraccio o di un semplice contatto con il mondo.

E quando si torna da un lungo viaggio, è sempre bello rientrare nelle braccia di chi ci ama.

 

A cura di Susanna Fiorletta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *