NO YEEZY , NO PARTY!

CHuIKDTWUAAF_3o

Il 14 novembre finalmente ci sarà il release della nuova Yeezy Boost 350 , frutto collaborazione tra il noto rapper americano Kanye West ed Adidas.

In questa release sarà nella sua colorazione ‘’Moon Rock’’: una sfumatura di grigio perfetta per l’autunno. Il design minimalista della silhouette e la tecnologia ‘boost’ della suola hanno reso questa sneaker il perfetto connubio tra moda e confort.

Il prezzo di vendita è di 200€ e sarà disponibile sul sito adidas.com/Kanye e presso rivenditori designati ( gli stessi che hanno avuto la Yeezy season 1).

Sicuramente non sarà un’impresa semplice entrare in possesso di questa sneaker , sia per la disponibilità limitatissima e sia per l’alta domanda del pubblico: si parla di un camp-out iniziatoaddirittura il 10 di novembre ad Amburgo.

Ciò che è ancora più stupefacente è il prezzo di rivendita: per le yeezy 750 la media è stata intorno ai 1200$( con picchi di 2500$ il giorno della release).

Per le prime collezioni di Kanye West con Nike si sfiorano i 5000$ dollari al paio.

Fin dalla celebre collaborazione con Louis Vuitton e con la Nike , kanye ha dato quel qualcosa in più alla moda, anticipando tendenze , e spesso creandone. Possiamo ben vedere che come stilista ha scelto uno stile molto minimale e una vestibilità over, ne da un esempio la Yeezy season recentemente rilasciata. Molto famosa è la sua citazione relativa alla sua carriera come stilista: “Sono come Michelangelo. All’epoca c’erano persone che facevano sculture migliori ma alla fine lui ha fatto il David“. Il paragone è un po’ azzardato ma sicuramente dà un’idea della consapevolezza di essere il più grande influecer e della grandezza dell’ego di Mr. West, ma i complimenti per ciò che ha creato sono tutti meritati.

Recentemente Kim Kardashian ha pubblicato una foto sul suo profilo instagram (@kimkardashian) in cui ci sono tutte le colorazioni del modello 350 boost e del moon boot 950: da questa possiamo notare che prossimamente ci sarà un release di un nuovo colore ‘’cocaine white’’.

Fernando Borelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *